FotoNEWS2.jpg

VOLTAIRE

"Non sono d’accordo con quello che hai da dire, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo"

NEWS

Ripristinato l'impianto di messa a terra, proseguono gli interventi di adeguamento normativo


Proseguono gli interventi, predisposti dal nuovo Consiglio di Amministrazione, per la messa in sicurezza del Porto di Anzio. Contestualmente della banchina ‘Neroniana’ ed al posizionamento lungo il Molo Innocenziano di fioriere per prevenire cadute accidentali in mare, nei giorni scorsi è stata ultimata anche la messa a terra dell'impianto elettrico, nel totale rispetto della normativa prevista dal DPR 462/01 e delle più recenti disposizioni europee. Un obbligo di legge, quindi, fondamentale per evitare la folgorazione delle persone per i contatti indiretti. “Dal giorno del nostro insediamento, insieme al Presidente, Prof. Ernesto Monti ed ai Consiglieri del CdA, stiamo lavorando alacremente per adottare, nel più breve tempo possibile, tutti gli atti propedeutici alla realizzazione del nuovo Porto che avrà una ricaduta positiva e notevole sul territorio – spiega l’Amministratore Delegato, Ing. Gianluca Ievolella, ex Dirigente del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, esperto internazionale nel settore delle opere pubbliche e del demanio marittimo -. Dopo la messa in sicurezza della banchina situata sul Molo Innocenziano, era di vitale importanza anche ripristinare e mantenere in efficienza i dispositivi che compongono l'impianto di terra, nel rispetto del DPR 462/01 che richiede di adottare specifiche procedure per impianti di messa a terra e dispositivi di sicurezza contro scariche atmosferiche”.



50 visualizzazioni