FotoSERVIZI2.jpg

"Tutti sanno fare il timoniere col mare calmo"

SENECA

CANTIERI

La città di Anzio vanta la più antica cantieristica italiana, nata per andare incontro alle esigenze dell’imponente flotta di pescherecci ormeggiati nel porto. Negli anni Cinquanta vengono costruiti secondo tecniche innovative in accordo con raffinate tradizioni bolidi off-shore, panfili da sogno e imbattibili imbarcazioni a vela da regata. L’area portuale si circondò di maestranze di altissimo livello: maestri d’ascia, motoristi che permisero di ottenere la prima importante commissione: la costruzione di due navi per il film “Cleopatra”. Nello spazio di un centinaio di metri nel porto di Anzio, i cantieri Gallinari e la Navaltecnica realizzarono con maestria famosa in tutto il mondo scafi tutt’oggi insuperati: il Vihuela, la Speranzella - che ottenne strepitose vittorie nelle competizioni nautiche più importanti di quegli anni - e la serie dei Ghibli. Oggi, le figure storiche che hanno dato vita alla cantieristica, sono ancora lì: Nautica Tulli, Cantieri Navali Anzio, Peppino Gallinari, Pier Francesco Gallinari, Guido Gallinari ed il Cantiere Navale Innocenzo XII, depositari di questa antica conoscenza e sempre disponibili a tramandarla alle generazioni successive.